Savona fbc

free templates joomla

Parliamo di...

Promozioni in corso!

Rush finale dei Biancoblù: sostienili con il MiniAbbonamento!

MINI ABBONAMENTI SEMPRE IN VENDITA

Restano in vendita i mini-abbonamenti per seguire il finale di Campionato degli Striscioni. Dopo le prime 44 sottoscrizioni, per assistere alle 4 restanti partite che si disputeranno allo Stadio V. Bacigalupo (oltre a Savona-Tuttocuoio, Savona-Lucchese, Savona-LupaRoma e Savona-Pistoiese) i tifosi biancoblù avranno la possibilità di sfruttare le seguenti tariffe promozionali:

TRIBUNE (inferiore coperta e superiore): INTERO € 60 € 45   RIDOTTO € 48 € 40

GRADINATA: INTERO € 40 € 25   RIDOTTO € 32 € 20

COME ABBONARSI

Doveuffici della segreteria allo Stadio V. Bacigalupo (ingresso su Via Chiabrera, accanto al bar)

Quandodal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30sabato 19 marzo dalle 9.30 al fischio d'inizio di Savona-Tuttocuoio

Cosa serve: per abbonarsi sono sufficienti i dati anagrafici dell'ultilizzatore (nome e cognome, luogo e data di nascita). Trattandosi di un "biglietto cumulativo" che consente l'ingresso a 4 eventi, non è necessario essere titolari di Supporter Card.

___________________________________________________________________________________________

Studenti tutti allo stadio: biglietti a 5 € !

Sarà sufficiente presentare, all'atto d'acquisto del biglietto, il proprio documento d'identità unitamente alla Tessera Studenti rilasciata dal MIUR, che non dovrà risultare scaduta. Nomi e dati anagrafici riportati dovranno ovviamente combaciare e a ogni tessera studente spetterà un solo biglietto a tariffa "young".

I biglietti a 5 € potranno essere acquistati:

in segreteria allo Stadio V. Bacigalupo, durante le ore settimanali di prevendita comunicate nelle news di questo sito;

ai botteghini dello Stadio V. Bacigalupo prima di ogni match casalingo;

- presso la Tabaccheria Nesti di Savona in Via Cavour 25r negli orari di apertura.

Carrarese-Savona: i biglietti

I biglietti per Carrarese-Savona di sabato 30/01/2016 (ore 20.30, Stadio "Dei Marmi", Carrara) saranno disponibili a partire da lunedì 25 gennaio 2016.

Il punto vendita attivo sul territorio savonese è la Tabaccheria Nesti (via Cavour 25r, Savona).

I biglietti per il Settore Curva Ospiti saranno acquistabili dai soli possessori di tessera del tifoso o supporter card al prezzo unico di € 15.00 (esclusi i diritti di prevendita).

I tagliandi saranno in vendita fino alle ore 19.00 di venerdì 29 gennaio, mentre non sarà possibile comprarli il giorno della gara allo Stadio Dei Marmi.

E' infine attivo il servizio "Porta un Amico allo Stadio", che consente a un tesserato di acquistare un biglietto anche per un tifoso sprovvisto di Tessera del Tifoso / Supporter Card.

COME RAGGIUNGERE LO STADIO in automobile: uscire al casello autostradale Carrara, valido per l'A12 Genova-Livorno. All’uscita del casello autostradale mantenere la sinistra al bivio e proseguire dritti su Via Galilei fino all’imbocco di Via Aurelia, svoltare a destra e proseguire fino rotatoria prendere la 2° uscita sulla destra e proseguire per Via Frassina, fino al semaforo quindi svoltare a sinistra e imboccare Via Provinciale Carrara-Avenza , proseguire fino all’incrocio con Via Piave, svoltare e proseguire fino ai posti riservati ospiti.

Savona-Pisa, domenica 1° novembre ore 17.30

Domenica 1° novembre 2015 allo Stadio V. Bacigalupo andrà in sena il match Savona-Pisa, valido per la nona giornata del Campionato di Lega Pro Girone B. Il fischio d'inizio è fissato alle ore 17.30.

I biglietti, commercializzati dalla società di ticketing Go2, sono già in vendita attraverso i tre seguenti canali:

online, sul sito www.go2.it con stampa del titolo d'accesso da casa;

- nei punti vendita Go2 (a Savona: Tabaccheria Nesti, Via Cavour 25r);

- allo Stadio V. Bacigalupo, con i seguenti orari: in segreteria, venerdì 30 ottobre dalle 9.30 alle 12.30, sabato 31 ottobre dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18; ai botteghini lato tribuna giovedì 29 ottobre dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 al fischio d'inizio; gli sportelli lato gradinata apriranno alle ore 16.00.

A causa dell'aggiornamento del sistema di ticketing, che prevede il reinserimento di tutte le anagrafiche dei tifosi, si consiglia vivamente di acquistare il biglietto in prevendita per evitare code al botteghino.

Per Savona-Pisa sono attive le seguenti tariffe:

- TRIBUNE (inferiore coperta e superiore): Intero € 15.00 - Ridotto € 12.00 - Young € 5.00

- GRADINATA: Intero € 10.00 - Ridotto € 8.00 - Young € 5.00

- SETTORE OSPITI: Intero € 15.00

La tariffa Ridotto è riservata alle donne, agli over 65 e ai ragazzi che non hanno ancora compiuto 18 anni.

La tariffa Young è riservata ai ragazzi che non hanno ancora compiuto 14 anni, nonchè a tutti i possessori della tessera "Io Studio" (scuole medie inferiori e superiori savonesi).

Per i bambini sotto gli 11 anni di età è garantito l'ingresso libero se accompagnati da un maggiorenne.

I tifosi ospiti che volessero assistere all'incontro potranno approfittare dell'operazione "Porta un amico allo stadio", che permetterà a ogni possessore di Tessera del Tifoso o Supporter Card di acquistare, oltre al biglietto per sè, anche un tagliando per un tifoso non tesserato. Tale opzione sarà attiva fino alle ore 19.00 di sabato 31 ottobre, quando si chiuderanno anche le vendite per il Settore Ospiti (acquistabile quindi solo in prevendita).

Le ricevitorie Go2 di Pisa sono il Pisa Point in Via Rosmini 1 e Solo Pisa in Via Piave 22, entrambe abilitate alla vendita dei biglietti per il Settore Ospiti.

I tifosi del Pisa e i residenti nella regione Toscana che si recassero domenica allo stadio sprovvisti di biglietto non potranno in alcun modo accedere al settore ospiti ma, se possessori di Tessera del Tifoso o Supporter Card, potranno acquistare ai botteghini un tagliando per i settori di tribuna.

Recupero Savona-Carrarese: i biglietti

Giovedì 29 ottobre 2015 allo Stadio V. Bacigalupo andrà in sena il match Savona-Carrarese, recupero della terza giornata del Campionato di Lega Pro Girone B. Il fischio d'inizio è fissato alle ore 20.45.

I biglietti, commercializzati dalla società di ticketing Go2, sono già in vendita attraverso i tre seguenti canali:

online, sul sito www.go2.it con stampa del titolo d'accesso da casa;

- nei punti vendita Go2 (a Savona: Tabaccheria Nesti, Via Cavour 25r);

- allo Stadio V. Bacigalupo, con i seguenti orari: ai botteghini lato tribuna giovedì 29 ottobre dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 al fischio d'inizio; gli sportelli lato gradinata apriranno alle ore 19.00.

A causa dell'aggiornamento del sistema di ticketing, che prevede il reinserimento di tutte le anagrafiche dei tifosi, si consiglia vivamente di acquistare il biglietto in prevendita per evitare code al botteghino.

Per Savona-Carrarese sono attive le seguenti tariffe:

- TRIBUNE (inferiore coperta e superiore): Intero € 15.00 - Ridotto € 12.00 - Young € 5.00

- GRADINATA: Intero € 10.00 - Ridotto € 8.00 - Young € 5.00

- SETTORE OSPITI: Intero € 15.00

La tariffa Ridotto è riservata alle donne, agli over 65 e ai ragazzi che non hanno ancora compiuto 18 anni.

La tariffa Young è riservata ai ragazzi che non hanno ancora compiuto 14 anni.

Per i bambini sotto gli 11 anni di età è garantito l'ingresso libero se accompagnati da un maggiorenne.

I tifosi ospiti che volessero assistere all'incontro potranno approfittare dell'operazione "Porta un amico allo stadio", che permetterà a ogni possessore di Tessera del Tifoso o Supporter Card di acquistare, oltre al biglietto per sè, anche un tagliando per un tifoso non tesserato. Tale opzione sarà attiva fino alle ore 19.00 di mercoledì 28 ottobre, quando si chiuderanno anche le vendite per il Settore Ospiti (acquistabile quindi solo in prevendita).

La ricevitoria Go2 di Carrara è l'Edicola Assini in Via XX Settembre 249, abilitata alla vendita dei biglietti per il Settore Ospiti.

I tifosi della Carrarese e i residenti nella regione Toscana che si recassero giovedì allo stadio sprovvisti di biglietto non potranno in alcun modo accedere al settore ospiti ma, se possessori di Tessera del Tifoso o Supporter Card, potranno acquistare ai botteghini un tagliando per i settori di tribuna.

Biancoblù per l'impresa, contro la coppia più forte d'Italia

Sulla carta dà più l' impressione di un' impresa, gli ospiti che cercano con tutte le forze la promozione diretta in Serie B, i padroni di casa che vogliono disperatamente rimanere in Lega Pro, tutto questo è Savona-Teramo.

Poteva essere una festa, come ha detto mister Riolfo in conferenza stampa, se settimana scorsa il Teramo avesse vinto col Prato: la partita di domani sarebbe stata solo una formalità e probabilmente per i biancoblu sarebbe stato tutto più semplice, ma adesso bisogna guardare in faccia la realtà e bisogna tentare l' impresa, battere la capolista con mille tifosi al seguito, bisogna provarci perchè fino ad un paio di mesi fa tutti davano il Savona per spacciato e invece, da quando sulla panchina si è seduto Riolfo, la squadra ha cambiato completamente faccia.

Parliamo però ora del Teramo, una squadra che non ha certo bisogno di presentazioni, che ha dimostrato di meritare la promozione, con giocatori di un altra categoria ed anche un grande allenatore. Vincenzo Vivarini, classe 66', al secondo anno sulla panchina dei Diavoli, ha intrapreso relativamente da poco il percorso di allenatore, collaborando inizialmente con il settore giovanile del Giulianova, quindi nel Pescara in qualità di osservatore e poi direttamente nello staff tecnico come collaboratore prima di Sarri e poi di Ammazzalorso. In molti, e non solo a Pescara, sono pronti a scommettere che possa ripercorrere le stesse orme tracciate in tempi non sospetti da Marco Giampaolo, con cui ha anche condiviso idee e progetti nel Giulianova.

I numeri della stagione del Teramo parlano di 20 vittorie, 11 pareggi e 5 sconfitte. Nell' ultma partita come già detto non sono riusciti a centrare la vittoria col Prato, perdendo in terra toscana per 1-0 nonostante ne venissero da ben 7 risultati utili consecutivi fatti di 6 vittorie un solo pareggio con la Reggiana. Si tratta di una rosa molto solida e ben organizzata, con uno spaventoso reparto offensivo, il migliore del girone, capace di realizzare fin qui ben 58 gol. Anche la difesa comunque è una delle migliori con solo 30 reti subite, seconda solo a quella della Reggiana.

Questi numeri sono stati possibili grazie ad una compagine formata da elementi di grande spessore e giovani talenti dal futuro roseo. Tra tutti la coppia Donnarumma-Lapadula, entrambi classe '90 autori di ben 41 gol in due, 21 il primo capocannoniere del girone e 20 il secondo. Hanno fatto meglio addirittura di Tevez e Morata, paragone forse un pochino azzardato ma che anche La Gazzetta dello Sport ha citato, proprio perchè questi due giovani attaccanti si sono espressi meglio di qualunque altra coppia d' attacco in questo campionato e sono sicuramente destinati ad una grande carriera essendo anche molto giovani. Ovviamente non sono solo loro gli autori di questa fantastica cavalcata verso la serie B, altri elementi interessanti come il giovane difensore centrale classe '94 Marco Perrotta che, anche se contestato duramente ad inizio campionato, è diventato uno dei simboli di questo Teramo grazie alla fiducia di Mister Vivarini. Impossibile non citare anche i due mediani che formano la diga biancorossa a centrocampo, il croato-bosniaco Milicevic classe' 93 e Diego Cenciarelli, classe '92.

L' unico precedente con gli abruzzesi è ovviamente quello dell' andata, terminato 4-0, è ovvio che nessuno qui ha niente contro di loro ma speriamo che debbano rimandare la festa promozione ad un altra occasione, perchè anche la compagine biancoblu si gioca molto nel match di domani, l' impresa è fattibile, ma abbiamo bisogno di tutto l' apporto possibile da parte dei tifosi e del popolo biancoblu, tutti al Baci quindi per il big-match, Savona-Teramo!

 

Alessandro Araldi

 

L' Aquilia: grande sfida di ex

Sembra tutto un' altro Savona quello visto nelle ultime cinque giornate. Da quando Riolfo si è seduto sulla panchina dei biancoblu circa un mese fa, che non se la prenda il buon Aloisi, il clima è completamente cambiato, i giocatori sembrano aver acquisito una sicurezza nei propri mezzi che fin ora non si era ancora vista, anche dal punto di vista tecnico i passi avanti sono stati notevoli e questo tutto in poco meno di un mese, nel momento più buio della stagione, Giancarlo Riolfo è riuscito a risollevare un gruppo che sembrava inesorabilmente perduto. 8 punti in 5 giornate non sarà un ruolino da scudetto ma comunque basta per ritrovarsi fuori dalla zona play-out, nonostante Pistoiese e Santarcangelo abbiamo due e una giornata da recuperare.

Passiamo quindi ora alla sfida che si prospetta giovedì al Baci, contro L'Aquila, squadra in gran forma che viene da due vittorie consecutive contro Santarcangelo e Carrarese e che si proietta così verso la zona play-off, al quarto posto in classifica. Il punto forte dei rossoblu è sicuramente la difesa, con soli 27 gol subiti, si conferma la terza migliore del girone dietro solamente a Reggiana (24) e Teramo (26), i gol segnati invece sono 36.

L'allenatore de “La Valorosa” è Nunzio Zavattieri, classe 67', dopo le esperienze da tecnico di futsal cresce come allenatore di calcio nei settori giovanili di Venezia, Udinese ed Inter ed in seguito tenta la fortuna in Lettonia, allenando il Ventspils, squadra militante nel massimo campionato con cui conquista due secondi posti in campionato e nella stagione 2009/10 partecipa alla fase a gironi di Europa League non passando però il turno. Successivamente ha una breve esperienza in Australia, con l'Adelaide United. Da settembre 2014 è l' allenatore de L'Aquila, subentrato a Pagliari, tra l' undicesima e la quindicesima giornata conquista cinque vittorie consecutive eguagliando il record di 80 anni prima.

La rosa degli abruzzesi è stata fatta sicuramente per ambiziosi obiettivi, molti gli elementi di grande spessore, tra cui due indimenticati ex biancoblu, Giordano Maccarone e un certo Francesco Virdis. Il primo sta facendo molto bene ed è un titolare fisso della retroguardia rossoblu (anche se giovedì sarà assente per infortunio) già l' anno scorso con la maglia del Savona si era fatto notare a suon di belle prestazioni, culminate con la storica partita di Vicenza ai quarti dei play-off per la Serie B, non sarà però della partita giovedì. Il secondo non ha bisogni di presentazioni, i 39 gol in 60 presenze parlano da soli, bomber ricordato da tutti i tifosi e non in città, che sicuramente sarà accolto con grande affetto. Arrivato nel capoluogo abruzzese a gennaio, dopo la sfortunata esperienza di Monza, sta trovando la migliore condizione in questo finale di stagione, avendo totalizzato fin qui 10 presenze e due reti. Chissà che non abbia in serbo qualche scherzo da fare alla sua cara ex squadra... Il bomber della squadra è però un altro, si tratta di Salvatore Sandomenico, 9 gol fin qui, non male per un classe 90', su cui hanno infatti già puntato gli occhi alcune squadre di categorie superiori.

L' unico precedente tra le due compagini è quello del girone d'andata che terminò 1-0 per i padroni di casa con la rete proprio del bomber rossoblu, Sandomenico. Speriamo che con mister Riolfo in panchina la musica cambi e si possa pareggiare i conti. Di sicuro c' è bisogno di tutto l' aiuto possibile da parte dei tifosi, riempiamo allora il Baci e diamo una risposta concreta anche noi, a questi ragazzi che ce la stanno mettendo tutta per mantenere la categoria, cogliamo l' occasione per salutare il nostro ex bomber Virdis, giovedì tutti allo stadio per Savona-L'Aquila!

 Alessandro Araldi

 

Col Grosseto per dare continuità alle ultime prestazioni

Il cambio di panchina in casa Savona si è visto e si è visto eccome. Con l' avvento di Riolfo la squadra biancoblu ha ritrovato quel gioco e quella voglia di vincere che mancava ormai da troppo tempo, ora però è arrivato il momento della consacrazione, l' obiettivo è quello di dare continuità alle buone prestazioni viste con il Pro Piacenza e con la Carrarese a partire proprio dal match di domenica con il Grosseto.

I Grifoni si trovano in una posizione di classifica molto simile a quella dei liguri, più precisamente tre punti più in alto, una vittoria quindi, permetterebbe ai biancoblu di agganciarli in classifica. Si tratta di una squadra con un buon reparto offensivo, 35 i gol segnati fin ora e di una discreta difesa, 34 quelli subiti. Vengono dal pareggio interno maturato con la Lucchese nel turno infrasettimanale e da tre sconfitte consecutive con Spal, Pisa e Tuttocuoio. L' aver interrotto la striscia negativa è già un segnale di ricrescita ma anche i toscani sono alla ricerca della rivalsa, massima attenzione quindi, per i ragazzi di mister Riolfo.

L' allenatore è Massimo Silva, tornato sulla panchina toscana da soli 5 giorni dopo che a novembre era stato esonerato per far posto a Pasquale Padalino. Ex giocatore di Milan, Pescara ed Ascoli per citarne qualcuna. Proprio con quest'ultimi ha raggiunto una insperata salvezza nel campionato di Serie B 2011/12, chiamato a sostituire Fabrizio Castori sulla panchina dei bianconeri ultimi in classifica, riuscì a salvare la squadra partita con 7 punti di penalizzazione, all' ultima giornata. Il suo vice allora era Aloisi, da poco ex allenatore del Savona.

Il giocatore più in forma dei Grifoni è sicuramente Giuseppe Torromino, attaccante classe '88 di proprietà del Crotone, autore fin qui di 11 gol, autentico bomber della squadra toscana, i quali si auto-considerano Torromino-dipendenti, senza di lui infatti, il Grosseto non ha mai vinto. Altro giocatore di grande prospettiva e spessore è Giovanni Formiconi, roccioso difensore centrale genovese classe '89 che in questa stagione sta guidando con autorità il reparto difensivo, così come Matteo Legittimo, terzino sinistro di grande prospettiva. Ex della partita sarà Gianmarco De Feo, passato ai toscani nel mercato di gennaio che però fin ora è stato utilizzato col contagocce, speriamo che Silva non decida di schierarlo proprio al Bacigalupo contro i suoi ex compagni perchè come ben sappiamo, si tratta di un elemento molto pericoloso.

I precedenti tra le due compagini sono 13, tre le vittorie savonesi contro le 4 grossetane, più 6 pareggi. L' ultimo sconto, ovviamente quello dell' andata, termino 3-0 per i padroni di casa, per ritrovare una vittoria del Savona invece bisogna ritornare al 1994 dove i biancoblu si imposero sia all' andata che al ritorno. Speriamo che Riolfo sappia dare quella convinzione nei propri mezzi e quella serenità necessaria per tornare a vincere.

Stiamo entrando nella fase decisiva del campionato, dove ogni errore si paga caro e ogni punto guadagnato può essere decisivo, ora più che mai abbiamo bisogno del vostro apporto, riempiamo il Baci in queste ultime partite in casa per dare un forte segnale così come i ragazzi stanno facendo in campo. Tutti uniti per la maglia, tutti insieme per il Savona!

Alessandro Araldi

Pro Piacenza: squadra giovane e... in forma

La prima di Riolfo in casa coincide con una della partite più importanti del cammino biancoblu, il match di sabato con la Pro Piacenza ha infatti un'importanza cruciale. Dopo lo sfortunato esordio contro il Santarcangelo, il mister in primis ha grande voglia di rivincita e voglia di dimostrare di essere l' uomo giusto per la salvezza del Savona.

Situazione molto simile quella delle due compagini, gli emiliani infatti si trovano un solo punto sopra i biancoblu, in terz'ultima posizione. I numeri dell' attacco sono gli stessi: 26 gol segnati mentre la difesa è senza ombra di dubbio meglio organizzata con 10 gol subiti in meno, ovvero 34. I rossoneri vengono da tre importanti vittorie consecutive, l' ultima in ordine di tempo per 1-0 col San Marino mentre le altre due con Prato, 1-0 fuori casa, e nel sentitissimo derby con la Reggiana, vinto per 2-0. Classifica simile ma momenti di forma molto differenti quindi, che suggeriscono la massima attenzione ai ragazzi di Mister Riolfo.

L'Atletico BP Pro Piacenza, deriva dalla storia della squadra del Bettola, club nato nel 1927 con sede nell'omonimo comune; nel 2007 con la promozione nel campionato di Eccellenza si fuse con la U.S. Pontiollese, diventando G.S.D. BettolaPonte; nel 2011 ottenne la promozione in Serie D, e ciò coincise con la non iscrizione del Pro Piacenza in Promozione, che dunque ripartì dall'ultimo gradino del calcio dilettantistico, la Terza Categoria. Proprio nel 2011, il BettolaPonte cambiò la propria sede da Bettola a Piacenza, diventando appunto A.S.D. Atletico BettolaPonte Pro Piacenza, cambiando i colori dalgiallo-blu al rosso-nero a strisce, proprio come l'A.C.D. Pro Piacenza 1919, il quale si fonderà con essa nel 2013.

L' allenatore dei rossoneri è Arnaldo Franzini, classe 1968, nativo di Vernasca (Piacenza), è considerato “il profeta” colui, che e’ stato capace di guidare consecutivamente la formazione dall’ Eccellenza alla D e quest’anno per la prima volta nella storia del club tra i professionisti in Lega Pro. Una Lega Pro afferrata tutta d’un botto già a due giornate dalla fine, grazie all’affidamento ad un gioco difensivo da manuale e all’umilta’ di un tecnico esperto al midollo della D e della C da tecnico come giocatore. Restera’ nella storia sua e della piccola squadra emiliana del Brescello il gol clamoroso che Franzini in persona segno’ alla Juventus nella gara d’andata in casa per i sedicesimi di finale della Coppa Italia, Brescello-Juventus 1-1 04-09-1997. Si tratto’ del suo secondo gol in stagione per un centrocampista piu’ avvezzo a recuperare la palla che buttarla dentro, ma fu senza dubbio la rete piu’ indimenticabile della carriera e degli annali del Brescello Calcio, che tutti ricordiamo per aver estromesso il Pisa nelle semifinali play-off.

Per essere una squadra che arriva dai dilettanti non si può certo dire che non abbia elementi interessanti in rosa, tra cui il portiere Enrico Alfonso, classe 88' con un passato tra le fila dell' Inter con cui esordì il 17 gennaio 2008 negli ottavi di finale di Coppa Italia, nella vittoria 3-0 contro la Reggina, d' obbligo citare anche il bomber Alessandro, coetaneo di Alfonso, fin qui autore di 7 gol, l' ultimo decisivo nella vittoria col San Marino. Poi ci sono i vari perni della formazione piacentina come il difensore Bini classe 89' ex di Mantova e Treviso con un passato nel Piacenza in serie B con cui ha esordito nel calcio professionistico e l' esperto centrocampista Matteassi, classe 79' ex di Verona e Albinoleffe.

Essendo una società molto giovane, l' unico precedente riscontrato è quello del girone d' andata che ha visto il Savona uscire vittorioso per 0-1 con un grandissimo gol di Scappini, la partita è delle più delicate speriamo quindi che si ripeta. Come già ribadito più volte l' importanza di questa sfida è massima ora non servono più le parole e le contestazioni, serve solo l' appoggio dei tifosi e della città per raggiungere un obiettivo che tutti vogliamo, quello della salvezza, riempiamo il Baci domani, facciamo sentire l' urlo biancoblu!

Alessandro Araldi

Pontedera, avversaria ostica

Domenica al Bacigalupo si presenterà un' ostica avversaria per i ragazzi di Mister Aloisi, arriva infatti il Pontedera, settimo in campionato. I biancoblu, dopo i due pareggi casalinghi consecutivi maturati con Gubbio e Prato e la sconfitta di sabato scorso ad Ascoli, meditano rivalsa e faranno di tutto per trovare la vittoria che manca ormai da sette partite.

 

I toscani, si trovano appunto in un' ottima posizione di classifica, 36 punti conquistati fin qui che gli permettono di sperare nei play-off anche se le avversarie nella zona alta della classifica sono più che mai agguerrite. Si tratta di una squadra con una buona equilibratura tattica, 30 i gol segnati fin qui e 27 quelli subiti, due reparti, quello difensivo e quello offensivo, senza lodi e senza infamia quindi ma che comunque permettono ai granata di trovarsi in settima posizione.

 

La squadra è allenata da Paolo Indiani,ex allenatore di Pistoiese e Lucchese, si è confermato un tecnico capace di valorizzare ogni singolo giocatore portando squadre imbottite di giovani a risultati inaspettati così come accaduto nella sua esperienza al Pontedera. Nella sua prima stagione sulla panchina dei toscani, quella del 2012-13, conquista la promozione diretta in Lega Pro. L' anno scorso, come i biancoblu, assaporano il sogno Serie B raggiungendo i quarti dei Play-off nel girone B, ma vengono eliminati dal Lecce ai rigori dopo che i tempi regolamentari erano terminati sul risultato di 0-0.

 

I granata sono reduci dal pareggio per 1-1 contro il Cosenza nel ritorno di semifinale di Coppa Italia Lega Pro,che non è bastato per passare il turno, ma hanno dimostrato grande carattere e personalità sfiorando una storica finale. La rosa toscana infatti pullula di elementi molto interessanti: non c'è più l' esperto bomber Luigi Grassi, classe '83, passato all'Ascoli ma spiccano giovani talenti tra cui Alberto Libertazzi, scuola Juve, col suo gol nel ritorno della semifinale col Cosenza fa accarezzare il sogno della finale ai suoi, dimostrando di avere i numeri per far bene, classe 92', segnalato come uno dei gioielli della cantera bianconera, sta cominciando ad ingranare anche in una prima squadra dopo le stagioni opache con le maglie di Novara, L'Aquila e Pro Vercelli (colpa anche di vari infortuni).  Un altro giovane che si sta mettendo in luce in questa stagione è Paolo Bartolomei, centrocampista classe 92' e Andrea Settembrini, aretino classe 1991, ormai titolare inamovibile nel centrocampo di Indiani dopo un inizio campionato passato a lottare e sudare per conquistarsi il posto. Nel suo bagaglio anche l’esperienza estiva agli ordini del ct Valerio Bertotto con la nazionale italiana alle scorse Universiadi disputate a Kazan, competizione sullo stile delle Olimpiadi riservata agli studenti universitari. Andrea infatti studia con profitto all‘Università di Perugia dove frequenta il terzo anno di Scienze Motorie. Un impegno difficile da coniugare con l’attività di calciatore professionista ma comunque in grado anch’esso di regalargli grandi soddisfazioni.

 

I precedenti tra le due squadre sono 11, 6 le vittorie dei granata contro le sole 2 dei biancoblu, più 3 pareggi. All' andata terminò 1-1 con le reti di Scappini e Grassi, i due bomber. Speriamo di poter accorciare il distacco nel computo totale.

 

Come già ribadito, in questi momenti di difficoltà ci vuole più che mai determinazione ma anche la possibilità di giocare con serenità e con la consapevolezza che l' apporto dei tifosi è sempre presente, tifiamo per la maglia e per i giocatori in campo, non per chi sta dietro le quinte perchè la salvezza si conquista con i gol e non con le parole.

 

Alessandro Araldi

 

Gubbio: tanti giovani ed un portiere goleador

Secondo impegno casalingo consecutivo per il Savona Fbc, che torna a giocare nuovamente di domenica mattina (inizio ore 11) affrontando il Gubbio.

La squadra umbra ha conquistato finora 30 punti (quattro più del Savona) ed è collocata all'undicesimo posto, esattamente a centroclassifica. E' allenata dall'esperto Leonardo Acori, 60 anni, 25 dei quali passati ad allenare sui campi di serie C.

La squadra, invece, è molto giovane: Rosato, Cais, Lasicki, Marchionni sono tutti ragazzi dal '94 o addirittura '95, impiegati in pianta stabile nella formazione titolare. Fra gli "under" non ci sarà il bomber Regolanti (8 reti relizzate), squalificato al pari dell'esterno offensivo Esposito. Ma quasi sicuramente troverà spazio l'ex di turno, Alberto Galuppo, centrale difensivo che sotto la Torretta non ha avuto nelle stagione scorsa molta fortuna, rimediando ad ottobre un brutto infortunio al ginocchio che lo ha costretto ad un lungo stop.

L'uomo di maggior caratura tecnica è senza dubbio il trentenne Massimo Loviso, un passato in serie A con Bologna e Livorno, centrale di centrocampo capace di far gioco ed ottimo sui tiri piazzati (ben 9 reti realizzate in questa stagione). Ma una citazione particolare la merita il portiere Anthony Iannarilli, balzato agli onori della cronaca il giorno dell'Epifania per aver realizzato al 92' il gol del pareggio per la sua squadra contro il Grosseto. Proprio come Rampulla, Taibi e... Simone Aresti, che in biancoblù gol ne realizzò addirittura due nella stagione 2011/2012.

All'andata finì 3-2 per il Gubbio, una partita non priva di polemiche per il primo gol dei padroni di casa realizzato in sospetto fuorigioco ed un presunto rigore su Spadafora all'ultimo minuto trasformato in ammonizione per simulazione e conseguente espulsione per doppio cartellino giallo. Ma non è tempo di polemiche: il Savona ha bisogno di tornare a vincere e a convincere. E per avere l'appoggio dei suoi tifosi, la società ha deciso di abbassare il prezzo dei biglietti: tutti al "Baci" per conquistare tre punti pesanti!

 

                                       scomix
  giordano     Del Buono   
Campostano Group                             
Il gol di Giovanni Fenati in Savona-Ghivizzano
Il Presidente Cristiano Cavaliere sempre presente vicino alla squadra
I nostri ragazzi festeggiano la vittoria
Savona - Finale 3-0
Clicca e guarda le immagini di Savona-Real Forte Querceta