SICILIANO “Sarà una partita equilibrata dovremmo essere bravi a capitalizzare le occasioni”

  • Ottobre 12, 2019
  • Gaia Cifone
  • Savona FBC
  • 0
  • 34 Views

Al termine della rifinitura mattutina mister Siciliano, davanti ai giornalisti presenti, ha analizzato il match di domani:

“Abbiamo finalmente lavorato una settimana intera e così abbiamo potuto lavorare su delle situazioni ben precise, sul miglioramento dall’aspetto tecnico, mentale e fisico. Andiamo a fare questa trasferta difficilissima contro una squadra gloriosa, una società forte che non rispecchia sicuramente la classifica. La Lucchese ha nei giocatori una squadra importante quindi noi dovremmo fare una super prestazione per uscire con un risultato positivo. 

Sarà una partita equilibrata e dovremmo essere bravi a leggere alcuni episodi, in questo primo periodo del Campionato abbiamo patito un po’ certe situazioni. Dovremmo essere intelligenti a capitalizzare le occasioni che riusciremo a creare, dovremmo essere bravi anche a trovare una quadra definitiva che ci permetterà di non perdere punti per strada. La squadra ha voglia di far bene, non dobbiamo guardare la classifica ci aspettavamo qualcosina in più ma non siamo nemmeno così lontanissimi anche perchè il Prato e il Chieti, sono 5 a 4 punti di distanza e alla sesta giornata non è nulla; noi dobbiamo comunque guardare a noi stessi e migliorarci sempre e dare continuità perchè il Campionato è equilibrato. Speriamo di uscire con un risultato positivo contro una Lucchese che che ha importanti ambizioni”.

Sul fronte infortunati: “Odobo starà ancora fuori e anche Meich, dobbiamo anche valutare Rossini che ha un leggero affaticamento muscolare. Recuperiamo Dinane e Shekiladze non avranno i 90′ nelle gambe ma sono disponibili”.

In questa squadra manca un leader?: “In un gruppo completamente nuovo o si ha un leader oppure c’è un gruppo di giocatori che hanno delle capacità tecniche ma non c’è il leader. Sicuramente noi dobbiamo migliorare in personalità e già da domani quest’aspetto sarà importante per fare la prestazione e mi aspetto una risposta da tutti quanti; sono sicuro che il collettivo farà la differenza”.

Condividi: